IL CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON

Pubblicato da admin il 14 marzo 2009 nella categoria Cinema Olimpia Margine Coperta

sabato 14 marzo 2009 (ore 22.00) – domenica 15 marzo 2009 (ore 16.00 e 21.30)

 
*IL CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON* di David Fincher
con Brad Pitt, Cate Blanchett, Jason Flemyng, Paula Gray [U.S.A, 166', drammatico/fantastico]
Dall’omonimo racconto di Francis Scott Fitzgerald: storia, amori e scomparsa di Benjamin Button, “nato ottantenne” e destinato a ringiovanire fino alla fine dei suoi giorni.Benjamin Button percorre la vita a ritroso. Nasce vecchio e poi ringiovanisce, invertendo il processo di crescita che accomuna tutti gli esseri viventi. È un vecchio con la mente di un infante prima, e un lattante affetto da demenza senile poi. Il suo strano viaggio inizia a New Orleans nel giorno in cui finisce la Prima Guerra Mondiale e giunge, attraverso il ricordo della donna amata, fino alla contemporaneità, nell’imminenza dell’uragano Katrina. Quasi un secolo di Storia americana che però, a differenza di Forrest Gump, con cui Benjamin ha più di un’affinità (a partire dalla sceneggiatura di Eric Roth), resta più che altro uno sfondo, mai davvero determinante nella vita del protagonista.David Fincher (regista di Seven, Fight Club, The Game, Alien 3, Panic Room, Zodiac) modera la visionarietà che lo contraddistingue a favore della potenza del racconto, che parte abbastanza in sordina per poi crescere gradualmente, insieme al sentire sempre più dolente dei personaggi. Impeccabile la confezione, anch’essa assai convenzionale ma assolutamente funzionale, dalla fotografia anticata di Claudio Miranda al commento sonoro, toccante e piacevolmente ricattatorio, di Alexandre Desplat. Il resto lo fanno il cast e gli addetti al trucco, davvero basilare per la riuscita del film. Brad Pitt attraversa in modo credibile tutte le età imposte dal ruolo, giocando con efficacia la carta della sottrazione; Cate Blanchett è presenza sempre luminosa e Tilda Swinton conferma il suo carisma di donna fuori da ogni schema e classificazione.



Nessun articolo correlato.





Lascia un commento

Devi essere loggato per pubblicare un commento.