IL CIGNO NERO

Pubblicato da Marino Filippo Arrigoni il 24 maggio 2011 nella categoria Cinema Olimpia Margine Coperta

giovedì 19/5/2011 (ore 21.30) venerdì 20/5/2011 (ore 22.00)

 

IL CIGNO NEROdi Darren Aronofsky con Natalie Portman, Mila Kunis, Barbara Hershey, Vincent Cassel, Winona Ryder [U.S.A., 2010, 103', drammatico]

L’esistenza di Nina, una ballerina di una compagnia di New York, è completamente assorbita dalla danza. La ragazza vive assieme alla madre, la ballerina in pensione Erica, che sostiene fortemente l’ambizione professionale della figlia, soprattutto ora che il direttore artistico sta per scegliere la protagonista per la produzione che apre la nuova stagione, Il lago dei cigni. Aronofsky come in The wrestler pone al centro dell’attenzione spettatoriale un corpo nello stesso tempo performante e ferito (una splendida Natalie Portman, sempre in scena) e lo enfatizza usando con grande efficacia la camera a mano, non lesinando in soggettive, curando alla perfezione le fondamentali sequenze di ballo, donando movimento e rutilanza costanti alle sue immagini, evitando i primi piani. Supportato da un cast perfetto e dalle musiche di Clint Mansell (che fa risuonare le note di Ciaikovskij, fuori dal teatro, nella vita stessa di Nina) Aronofsky gira un film che strizzando l’occhio ai classici (Eva contro Eva, Scarpette rosse…) non disdegna gli incubi contemporanei (Cronenberg abita qui) e non mollando per un solo istante la tensione, sfodera un crescendo poderoso, chiudendosi con la fatale, irresistibile, esaltante apoteosi. Candidato a 5 Oscar, ne ha vinto uno per la migliore attrice, Natalie Portman (attrice che esordì a 13 anni accanto a Jean Reno in Leòn di Luc Besson).



Nessun articolo correlato.





Lascia un commento

Devi essere loggato per pubblicare un commento.