La Bellezza della Follia

la-bellezza-della-folliaSpettacolo di fine anno del laboratorio teatrale “Progetto Idra” con gli allievi promossi del corso di 1° livello adulti dell’anno accademico 2008/2009

 

DOMENICA 14 GIUGNO 2009 – ore 21:30
CINEMA/TEATRO OLIMPIA

presso Circolo di Margine Coperta

 

Regia di Marino Filippo Arrigoni

 

 

 Cinquecento anni fa Amleto s’interrogava sul rapporto tra colpa e punizione; “oggi la punizione deve essere abolita perché il male è stato sconfitto; questa almeno è la conclusione a cui sembrano arrivare alcuni psichiatri, ‘abili’ scavatori dell’animo umano, sempre pronti ad appellarsi ai disordini della psiche o alle follie temporanee. Ma se fosse vero il contrario…? Cioè che il male ha vinto e ha ridefinito la realtà sui suoi parametri ?”  

[Franz Krieg]


Il timore di Krieg ci pare alquanto giustificato visto il degrado morale, sociale, culturale che ci sta investendo ultimamente. Comunque tranquilli… non è un saggio psico-sociologico né filosofico… Certo oggi avremmo potuto interrogarci sul rapporto tra peccato e giudizio… comunque nel lavoro di questa sera si trova di tutto un po’… Naturalmente lo scopo principale non è quello di lanciare messaggi, bensì quello di dare sfogo alla nostra “follia” ovvero al nostro bisogno di liberare la fantasia e la creatività, ma anche di mettere in moto tutta una serie di sentimenti quali la rabbia, la paura, l’odio, il tradimento che, oltre a “liberare” l’allievo, mettono sostanzialmente in evidenza tre aspetti dell’essere umano: primo, la presenza di tutto ciò in ognuno di noi; secondo, il disagio che ne deriva e che condiziona l’uomo; terzo, il suo eterno bisogno di amore.

 

Un lavoro di gruppo costante, sia nella ricerca e sperimentazione, sia nella messinscena. Il gruppo sostiene dall’inizio alla fine dello spettacolo l’avvicendarsi di personaggi usciti con prepotenza dai testi di Pedro Almodovar (Tutto su mia madre), Max Aub (Delitti esemplari), Samuel Beckett (Finale di partita), Sarah Kane (Psicosi 4:48), Julio Monteiro Martins (Nient’altro che bambini), Andrew Neiderman (L’avvocato del diavolo), Siro Pillosu (Blackout), Luigi Pirandello (La patente e Il berretto a sonagli).


Un filo sottile lega, uno di seguito all’altro, i personaggi ancorchè ognuno nella propria diversità. Sebbene i frammenti dei testi (scelti dagli allievi come prova d’esame finale) vengano proposti nella loro forma originaria, i movimenti di gruppo nascono da un lavoro laboratoriale basato sull’improvvisazione in funzione della loro capacità di “ascolto”.

 

Gli attori nascenti sono:

Giovanni Ciccarelli Cuomo, Federico Florenzi, Susy Gallo,  Fausto Gargini, Fabio Gigli, Elena Loscalzo, Andrea Magrini, Luca Tanganelli.


Un esame per loro, uno spettacolo per il pubblico, un’emozione per tutti.

 [vedi foto nella gallery]

 

Patrocinio del Comune di Massa e Cozzile.