ASSOCIAZIONE

 

Presidente: Marco Arrigoni

Direttore Artistico: Marino Filippo Arrigoni

Coordinatrice: Silvia Prioreschi


L’ASSOCIAZIONE CULTURALE E TEATRALE ”PROGETTO IDRA”, non profit, affiliata alla UILT (Unione Italiana Libero Teatro), riconosciuta dall’Associazione Teatrale Pistoiese e patrocinata dal Comune di Massa e Cozzile è nata dall’esigenza, non solo dei fondatori, ma di un folto numero di amanti del Teatro di trovare uno spazio protetto dove potersi esprimere e dove soddisfare quel bisogno individuale, sempre più forte, di comunicare; bisogno che nasce dalla difficoltà stessa di farlo.


 

GLI SCOPI della compagnia e del laboratorio: ricercare e sperimentare nuove forme di comunicazione e dar libero sfogo alla voglia di esprimersi, riscoprendo la propria creatività con le sole risorse personali, come l’istinto; recuperare il piacere del gioco, rendendo funzionale la base emozionale; dare espressività al corpo, sfruttando le potenzialità nascoste o represse.

 


PROMOZIONE di testi inediti e/o autori emergenti: un altro degli scopi statutari di Progetto Idra che ci permette di entrare in contatto con un mondo sommerso fatto di artisti con talento, contribuendo alla produzione di eventi e di interessanti incontri di scambio culturale (vedi la pagina MISE EN ESPACE). Ci teniamo in modo particolare a citare la prima autrice che ha collaborato con noi, scrivendo appositamente una poesia che è stata usata, oltre che come simbolo della nostra essenza di artisti, come momento “clou” di un nostro spettacolo. La scrittrice, di Lucca, si chiama ANNAMARIA RUGANI e la poesia non poteva che essere L’IDRA“.

 

 

Non a caso è stata scelta l’IDRA, come simbolo di questo progetto: l’Idra della palude di Lerna, il mostro mitologico dalle sette teste, ognuna delle quali se recisa ne faceva crescere altre tre, rappresentò una delle dodici prove di Ercole ed essa ben rispecchia l’essenza dell’arte attoriale.



L’IDRA rappresenta le molteplici facce dell’attore L'IDRAovvero le diverse maschere che egli di volta in volta è solito indossare in maniera non dissimile da ciò che avviene nella realtà di ogni giorno per ogni essere umano. Ad un altro livello possiamo dire che il mostro dimora nella caverna del nostro subcosciente ed ogni testa raffigura le passioni più sfrenate, i desideri inconfessati, le paure, i sentimenti reietti che fanno parte di ogni individuo. Il gioco consiste nel rendere positivo questo bagaglio, giacché esiste, per riuscire poi ad affrontare qualsiasi personaggio, anche quello che risulta più ostico (soprattutto alla nostra parte interiore).

 

I DOCENTI della scuola si sono formati con alcuni fra i più sensibili maestri del panorama contemporaneo nazionale e internazionale: Kaya Anderson, Daniela Bonsch, Carmelo Bene, Orazio Costa, Dario Fo, Richard Sheckner, Nicolaj Vassiliev, Luca Ronconi, Marco Giorgetti, Barbara Nativi, Socìetas Raffaello Sanzio.

 

 

ALLIEVI MERITEVOLI sono divenuti col tempo attori della compagnia; fra questi citiamo Ronny Arrigoni che ha rimarcato più volte l’assurdità della guerra vestendo i panni della vittima e con coraggio anche quelli del carnefice; Ilaria Tavanti una ribelle Antigone che, ancorchè seppellita, non muore e sfidando il re ne svela le mire belliciste o ancora la russa Olga Gubareva che trascina il pubblico nell’atmosfera fredda dell’Olocausto col pinteriano “Ceneri alle ceneri”, in cui riaccende la propria memoria, ma anche quella di molte persone (alcune delle quali obnubilate dal negazionismo storico sempre più dilagante); l’eclettico Emiliano Dini con due personaggi esilaranti nello spettacolo per bambini IL MICCO, realizzato dalla compagnia in occasione della rassegna “Letteraria” di Pistoia; la generosa Elena Loscalzo che ha proposto la difficile condizione di una degente in psichiatria sotto la luce fredda della malasanità.

 

 

SPIRITO DI CONDIVISIONE e apertura mentale dei soci verso le altre realtà, permette a Progetto Idra di allargare continuamente le proprie conoscenze, stabilendo COLLABORAZIONI con ogni compagine legata al mondo dell’Arte espressiva; collaborazioni che, aldilà del bagaglio culturale risultante dallo scambio, dalla fusione e dal confronto continuo, assolvono ad un semplice e reciproco bisogno primario, quello di creare momenti di straordinaria suggestione emotiva per il pubblico e per se stessi.

 

Questi i PARTNERS di Progetto Idra.